Main Menu

Altri Link

News

Data: 8 maggio 2014 Sede: Aula Magna IOV ore...
Data: 7-8 aprile 2014 Sede: Hotel Crowne...
Pagina 1 di 34  > >>

Amministrazione Trasparente

Banner

5 per Mille

Donazioni Online

Donazioni online

IOV > Per i pazienti > L'infermiere risponde > L'infermiere risponde - Infiammazione della bocca (mucosite)

L'infermiere risponde - Infiammazione della bocca (mucosite) Stampa questa pagina


logo progetto piccolo

Infiammazione della bocca (mucosite)

Cos’è?
Con il termine mucosite s'intende l'infiammazione delle membrane mucose del tratto orofaringeo; rientra nella categoria delle mucositi e può estendersi al tratto esofago-gastro-intestinale. La mucosite può essere un effetto collaterale della chemioterapia o della radioterapia ed è causata da una distruzione delle cellule che producono saliva. La perdita temporanea di queste cellule e la riduzione dei globuli bianchi facilita il rischio di infezioni che peggiorano il quadro della mucosite. I sintomi precoci possono essere l'aumentata sensibilità ai cibi caldi e freddi e l'intolleranza a sostanze acide come il succo di agrumi.

Piccoli suggerimenti

  • adotta una igiene orale molto accurata (i denti o le protesi vanno lavati in modo molto accurato dopo ogni pasto);
  • evita il fumo e i cibi che possono irritare (alcol, agrumi, aglio, spezie eccetera);
  • quando la bocca brucia preferisci cibi morbidi e freddi (frullati, omogeneizzati, gelati, yogurt eccetera);
  • se all'interno della bocca si formano piccole ferite fai dei gargarismi e sciacqui con soluzioni disinfettanti: si può usare anche acqua e bicarbonato di sodio;
  • bevi frequentemente anche solo in piccole quantità.

Se i sintomi sono "più giù, nella gola". Avrai in questo caso difficoltà a deglutire: è importante che il medico sappia di questo disturbo, quindi occorre affrontarlo preferendo i cibi cremosi o liquidi, come minestre, omogeneizzati, latte, yogurt, budini, gelati. Puoi frullare gli alimenti che mantengono tutte le loro caratteristiche di nutrizione e sapore. Fai sempre attenzione alle temperature, sui tessuti infiammati il calore è doloroso.
 

L E  T R E  B A S I

ICONE

Non hai trovato la risposta che cercavi?

VAI AL SERVIZIO CONTATTO DIRETTO

 


Ultimo aggiornamento: 26/04/2011