stemmacolore
Cerca

LA SPERANZA DI GIORGIA PER UN 2023 TUTTO DA VIVERE, DOPO UNA BATTAGLIA VINCENTE CONTRO UN TUMORE ALLA LINGUA

LA SPERANZA DI GIORGIA PER UN 2023 TUTTO DA VIVERE, DOPO UNA BATTAGLIA VINCENTE CONTRO UN TUMORE ALLA LINGUA
Storie

«Auguro a me stessa la forza di pensare che le cose possano migliorare, di non avere paura, di sfruttare con positività il tempo che passa, di sentirmi ed essere viva soprattutto nei momenti più bui. Mi auguro spalle forti, sorrisi spontanei e abbracci caldi, date da ricordare, partenze entusiasmanti, cambiamenti, un paio di occhi sereni, tutto quello che sogno e che di più semplice ho lasciato in stand-by. Mi auguro un anno normale, un anno in salita: un anno da vivere». Giorgia ha 27 anni, abita al mare, ha una famiglia, amici, un husky, un lavoro e tante passioni.

Lo scorso anno ha dovuto affrontare una delle sfide più impegnativa della sua vita: un tumore maligno, nello specifico carcinoma squamocellulare del margine linguale destro. A luglio, dopo un’operazione, è arrivata allo IOV, dove si è sottoposta a sei chemio e trenta sedute di radioterapia che le hanno lasciato segni indelebili, non solo fisici ma soprattutto emotivi. «Quando ti guardi allo specchio, che cosa vedi? – sono le sue parole – Dopo l’operazione non ho avuto subito il coraggio di guardarmi allo specchio, inizialmente mi sentivo brutta, gonfia e insicura. Sul collo una riga rossa che lo taglia a metà, la gamba sinistra segnata da un taglio profondo, le guance sembravano quelle di un criceto. Se aprivo la bocca la lingua restava immobile, avevo un tubo che usciva dalla pancia. La radioterapia mi ha bruciato un po’ di capelli e ho perso quasi dieci chili. Quello che segna, insegna dicono. Ma non è neanche una minima parte di quanto ho vissuto dentro: emozioni contrastanti, rabbia, paura ma allo stesso tempo forza, determinazione e coraggio. A volte mi sono sentita impotente, a volte wonder woman. Ora sono qui, a dimostrare prima di tutto a me stessa che lottare è servito a qualcosa».

Il 29 novembre, finalmente Giorgia ha avuto la conferma di avere vinto e che la sua voglia di vivere l’ha portata verso la guarigione. Ora non le resta altro che realizzare tutti i suoi desideri.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Categorie

Torna in alto