stemmacolore

AVVIATA LA RADIOFARMACIA PET NELLA SEDE IOV DI CASTELFRANCO VENETO

AVVIATA LA RADIOFARMACIA PET NELLA SEDE IOV DI CASTELFRANCO VENETO
Prevenzione e cura

Ha preso avvio ieri la nuova Radiofarmacia Pet nella sede IOV di Castelfranco Veneto, operazione che ha visto l’Istituto impegnato nel corso dell’ultimo anno nelle operazioni di presa in carico dell’attività produttiva di radiofarmaci destinati alla diagnosi di numerose patologie oncologiche.
In particolare la produzione è concentrata sui radiofarmaci 68Ga DoTatoc e 68Ga PSMA, impiegati rispettivamente per la diagnosi dei tumori neuro-endocrini e della prostata. Si è cominciato con 600 dosi di 68Ga-DoTatoc e 550 dosi di 68Ga-PSMA, valori destinati a crescere nel corso dell’anno per rispondere ai crescenti volumi di attività chirurgica della sede di Castelfranco Veneto.

L’attività della nuova radiofarmacia si inserisce nei percorsi diagnostici terapeutici più evoluti della medicina di precisione: in questa sede infatti vengono selezionati i pazienti candidabili al trattamento con terapia radiometabolica a base di Lutathera, radiofarmaco somministrato presso la radioterapia di Padova e in grado di distruggere selettivamente le cellule neoplastiche sovra-espresse.
La Teragnostica è uno dei settori a più rapida evoluzione, che rappresenta un’opzione importante nei prossimi anni per la diagnosi e terapia con radionuclidi per la lotta contro il cancro.
Nelle prossime settimane sarà disponibile allo IOV il radiofarmaco 177 Lutezio PSMA, utilizzato come uso compassionevole per il trattamento delle neoplasie prostatiche.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Categorie

Torna su