stemmacolore

IL PERCORSO DEDICATO AI PAZIENTI CON TUMORE DELLA PROSTATA OTTIENE LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ

IL PERCORSO DEDICATO AI PAZIENTI CON TUMORE DELLA PROSTATA OTTIENE LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ
Comunicati stampa, Prevenzione e cura

Il percorso del paziente con tumore della prostata nel Gruppo Oncologico Multidisciplinare “Prostate Unit” ha ottenuto l’accreditamento ISO 9001:2015. Nei giorni scorsi si è tenuta la riunione conclusiva del progetto, con emissione del relativo certificato agganciato al Sistema Gestione Qualità dell’Istituto Oncologico Veneto IRCCS. «Un importante riconoscimento che conferma ancora una volta l’alto livello di cura e assistenza garantita dal nostro Istituto – dichiara il commissario, Giorgio Roberti – Risulta fondamentale promuovere una gestione multidisciplinare dei pazienti con tumore alla prostata, affinché ad ognuno di loro vengano offerte tutte le opzioni diagnostiche e terapeutiche in modo coordinato ed efficace, favorendo percorsi di trattamento integrato».

Il tumore della prostata è il più frequente nei maschi e attualmente presenta i tassi maggiori di sopravvivenza a 5 anni rispetto a tutti gli altri tumori (>93%). È una neoplasia complessa perché suscettibile di svariate modalità di trattamento che vanno dalla sorveglianza attiva, alla prostatectomia alla radioterapia per la fase localizzata, mentre per le fasi avanzate sono oggi disponibili terapie ormonali, chemioterapia e nuove terapie biologiche, oltre che trattamenti locoregionali.

Già dal 2015 allo IOV è attivo il Gruppo Oncologico Multidisciplinare (GOM) per il tumore della prostata, che si riunisce ogni venerdì pomeriggio e dall’inizio della pandemia con modalità telematica. In media il GOM prende in carico 350 nuovi pazienti all’anno, ed è aperto anche per discussioni di casi clinici segnalati da altri centri del Veneto. Lo IOV inoltre ha coordinato la stesura del Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) regionale, che dà le linee di indirizzo per l’utilizzo di nuovi farmaci innovativi per la cura dei pazienti sulla base della diagnosi e estensione della malattia.

Il GOM Prostate Unit di Padova, oltre allo IOV, coinvolge gli specialisti dell’Azienda ospedale-Università e della Casa di Cura di Abano Terme. «Risulta cruciale creare dei percorsi condivisi fra i diversi specialisti affinché vengano sempre garantiti i massimi standard terapeutici e vengano altresì evitate sovrapposizioni o pareri discordanti – sottolinea il dottor Umberto Basso, nominato coordinatore del GOM Prostate Unit interaziendale – Condividere il percorso dei pazienti con tumore alla prostata è fondamentale per offrire una cura personalizzata e centrata sui bisogni dell’assistito».

A tenere le fila del percorso di certificazione del GOM Prostate Unit sono stati la dottoressa Vittorina Zagonel, direttore dell’Oncologia 1 e direttore del Dipartimento Oncologia, e il dottor Luigi Corti, già direttore della Radioterapia. Sono stati inoltre coinvolti svariati specialisti dello IOV (Padova e Castelfranco Veneto), dell’Azienda ospedale-Università di Padova e della Casa di Cura di Abano. «La certificazione di un percorso di cura è una garanzia di qualità per l’Istituto, ed una crescita professionale per i singoli professionisti, perché ha aiutato tutti di condividere percorsi di cura e di parlare un linguaggio comune, a beneficio del paziente – sottolinea la dottoressa Vittorina Zagonel – È stato un percorso faticoso, specie per il periodo dell’emergenza Covid, che ci ha impegnato per oltre un anno, ma siamo davvero orgogliosi di aver ottenuto questa certificazione, come pochi altri Centri in Italia. Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli specialisti che con molto entusiasmo si sono messi in gioco per raggiungere questo traguardo non scontato».

Fulcro del percorso di accreditamento è la condivisione di un documento di indirizzo che stabilisce:

  • i componenti del GOM e gli ambiti di competenza di ciascuno
  • i compiti del GOM
  • i criteri clinici e le modalità di accesso dei pazienti
  • gli indicatori di processo e di esito, per le verifiche annuali del lavoro svolto, sui percorsi di cura e sulle decisioni prese dal team.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Categorie

Torna su