stemmacolore

COVID-19: accesso alle strutture IOV e vaccinazione

COVID-19: accesso alle strutture IOV e vaccinazione

Indicazioni per l’accesso degli utenti alle strutture ospedaliere dello IOV-IRCCS

A tutela della salute dell’utenza e degli operatori, l’Istituto Oncologico Veneto – IRCCS ha ridefinito, in linea con la più recente normativa nazionale e regionale, le norme di accesso alle strutture.

Di seguito sono descritte le norme di accesso generali e specifiche per pazienti, caregivers, accompagnatori e visitatori.

TRIAGE ALL’INGRESSO

tutti i pazienti, gli accompagnatori e i visitatori sono accolti in Ospedale dal personale del triage il quale verifica il rispetto delle seguenti buone norme atte a ridurre il rischio di diffusione del virus SARS-CoV-2:

  • uso della mascherina. In Ospedale è obbligatorio indossare una mascherina chirurgica o FFP2 che copra naso e bocca, anche negli spazi all’aperto;
  • misurazione della temperatura attraverso gli appositi rilevatori. Segnalare immediatamente al personale la presenza di febbre o sintomi respiratori;
  • frequente igiene delle mani con soluzione disinfettante. Evitare di toccare occhi, naso e bocca con le mani;
  • mantenimento della distanza interpersonale. In tutti gli spazi interni ed esterni dell’Ospedale è richiesto di rispettare il distanziamento di almeno 1 metro dalle altre persone.

ACCESSO DEI PAZIENTI

Per i pazienti, il possesso della certificazione verde Covid-19 (green pass) non è un requisito d’accesso, ma è fortemente raccomandato.

RICOVERO PROGRAMMATO IN AREA MEDICA O CHIRURGICA

I pazienti dovranno eseguire un tampone di screening per la ricerca del virus SARS-Cov-2 con esito negativo entro le 48 ore precedenti l’ammissione in Ospedale.
L’Ospedale vi contatterà nei giorni precedenti il ricovero per informarvi sulle procedure necessarie per il prericovero e sulle modalità per effettuare il tampone presso le sedi dell’Istituto o delle ULSS di residenza.

RICOVERO PAZIENTI IN HOSPICE

Effettuazione tampone molecolare di esito negativo entro le 48 ore precedenti l’accesso in struttura, indipendentemente dallo stato vaccinale. L’Ospedale vi contatterà nei giorni precedenti il ricovero per informarvi sulle procedure necessarie per il ricovero e sulle modalità per effettuare il tampone presso le sedi dell’Istituto o delle ULSS di residenza.

ACCESSO PAZIENTI ALLA SEZIONE CURE ONCOLOGICHE – EX-DAY HOSPITAL ONCOLOGICO (es. per somministrazione chemioterapia endovenosa)

A partire da lunedì 14 febbraio 2022 sarà prevista l’esecuzione di un tampone di screening per la ricerca del virus SARS-CoV-2 solamente nel caso di pazienti per cui è programmata la somministrazione di chemioterapia mielotossica e profilassi con fattore di crescita granulocitario. Il medico specialista IOV fornirà adeguate informazioni ai pazienti soggetti a screening.
In particolare, è richiesto un test molecolare entro le 72 ore precedenti all’accesso per le cure oncologiche oppure un test antigenico di 3° generazione entro le 48 ore precedenti.
Il test antigenico di 3° generazione può essere effettuato, senza oneri a carico del paziente, nelle sedi dell’Istituto il giorno stesso dell’appuntamento presso l’ambulatorio tamponi:

  • di Padova
  • di Castelfranco Veneto

Per evitare assembramenti all’interno delle strutture dell’Ospedale e ritardi nella somministrazione delle terapie, è importante rispettare l’orario dell’appuntamento. Si raccomanda di recarsi presso il Punto Tamponi almeno 30 minuti prima dell’appuntamento nel caso sia prevista l’esecuzione di un tampone di screening.
Gli utenti positivi al tampone effettuato in Istituto saranno invitati ad informare il Medico Curante del riscontro di positività per avviare la sorveglianza prevista. I pazienti saranno poi ricontattati telefonicamente dall’Istituto per fissare un nuovo appuntamento per la somministrazione delle cure oncologiche.

PRELIEVI E ALTRI SERVIZI AMBULATORIALI

Non è richiesta l’effettuazione del tampone per la ricerca di SARS-CoV-2 nel caso di pazienti che accedono alle strutture dell’Istituto per le seguenti prestazioni:

  • Servizio prelievi
  • Chemioterapia endovenosa (ad eccezione della chemioterapia mielotossica)
  • Chemioterapia orale
  • Visita ambulatoriale
  • Prestazioni di chirurgia ambulatoriale
  • Gastroscopia, colonscopia, agoaspirato
  • Esami di radiologia (ecografie, radiografie, TAC, Risonanza magnetica,…) e di medicina nucleare (PET-TC, scintigrafia).

ACCESSO DI ACCOMPAGNATORI E CAREGIVER

In caso di pazienti non autonomi, al fine di garantire la tutela dei pazienti che accedono all’Istituto è previsto l’ingresso di un solo accompagnatore.

ACCOMPAGNATORI DI PAZIENTI AMBULATORIALI

È consentito l’accesso ad un unico accompagnatore che dovrà essere munito di Green Pass.

Gli accompagnatori sprovvisti di Green Pass potranno accedere solo in caso di pazienti con riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104. In tale situazione è necessario che l’accompagnatore esegua prima dell’accesso in Ospedale un tampone antigenico rapido di 3° generazione, senza oneri a carico, presso l’ambulatorio tamponi dell’Istituto.

ACCOMPAGNATORI DI PAZIENTI CHE ACCEDONO ALLA SEZIONE CURE ONCOLOGICHE – EX-DAY HOSPITAL ONCOLOGICO

È consentito l’accesso, previa l’esibizione di Green Pass, di un solo accompagnatore nelle seguenti situazioni:

  • pazienti non autosufficienti
  • pazienti minori
  • pazienti con barriera linguistica
  • pazienti con limitata capacità comunicativa
  • indicazione del medico curante dello IOV

Gli accompagnatori sprovvisti di Green Pass potranno accedere solo in caso di pazienti con riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104. In tale situazione è necessario che l’accompagnatore esegua prima dell’accesso in Ospedale un tampone antigenico rapido di 3° generazione, senza oneri a carico, presso l’ambulatorio tamponi dell’Istituto.

ACCESSO DEI VISITATORI AI PAZIENTI DEGENTI

L’accesso dei visitatori potrà avvenire previa esibizione del Green Pass.

L’accesso dei visitatori presso l’Hospice di Castelfranco Veneto potrà avvenire solo previa esibizione del Green Pass booster o in alternativa Green Pass rafforzato e referto di tampone antigenico o molecolare negativo (effettuato nelle 48 h precedenti).

I visitatori potranno accedere ai reparti dalle ore 12:00 alle 13:00 e dalle ore 17:30 alle 18:30. E’ consentito l’ingresso di un solo visitatore a paziente per singola fascia oraria e la visita può durare al massimo 30 minuti. I visitatori dovranno indossare mascherina FFP2 per tutta la durata della permanenza.

CAREGIVER DI PAZIENTI RICOVERATI

Ai soggetti autorizzati a prestare assistenza continuativa in ambito ospedaliero a pazienti non autonomi è richiesta l’esecuzione di un tampone molecolare di screening per la ricerca di SARS-CoV-2 entro le 48 ore prima dell’inizio dell’attività di assistenza. L’esecuzione del tampone, senza oneri a carico, verrà concordata con il personale del reparto.

Punti tampone IOV-IRCCS

Presso la sede IOV-IRCCS di Padova (Ospedale Busonera, via Gattamelata 64) i tamponi per la ricerca di SARS-CoV-2, quando previsti, verranno eseguiti presso il punto attrezzato allestito all’esterno dell’edificio.

Presso la sede IOV – IRCCS di Castelfranco Veneto i tamponi per la ricerca di SARS-CoV-2 verranno eseguiti presso gli ambulatori allestiti al piano 3° Nord.

Campagna di vaccinazione anti COVID-19

avvio somministrazione quarta dose

Dal 1 marzo 2022 ha preso avvio all’Istituto Oncologico Veneto – IRCCS la somministrazione della quarta dose di richiamo (booster) secondo i criteri previsti dal Ministero della Salute.

A CHI VIENE SOMMINISTRATA LA QUARTA DOSE?

I destinatari della quarta dose di richiamo (booster) sono i soggetti con fragilità, dai 12 anni in su, che abbiano già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi (di cui la terza addizionale), dopo un intervallo minimo di almeno quattro mesi (120 giorni) dalla dose addizionale.

COME PRENOTARE LA SOMMINISTRAZIONE DELLA QUARTA DOSE?

  • I pazienti in trattamento attivo potranno concordare con il proprio specialista IOV, in sede di visita o attraverso comunicazione via email, la data e la sede (Padova o Castelfranco Veneto) di somministrazione del vaccino.
  • I pazienti in follow up potranno effettuare la prenotazione autonomamente mediante accesso al sito dedicato, indicando la data e la sede di interesse. In caso di difficoltà in fase di prenotazione, si prega di contattare il proprio specialista IOV.

COSA PORTARE AL MOMENTO DELLA VACCINAZIONE?

  • Anamnesi precompilata (in allegato);
  • Consenso informato firmato (in allegato).

Il personale medico rimane a disposizione dei pazienti per eventuali quesiti riguardanti la somministrazione del vaccino.

DOCUMENTI ALLEGATI

TERZA DOSE ADDIZIONALE

La dose addizionale è una dose di vaccino che viene somministrata in aggiunta, a completamento del ciclo vaccinale primario, con l’obiettivo di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria.

Dal 20 settembre 2021, presso lo IOV, è in corso la campagna vaccinale relativa alla somministrazione della terza dose di vaccino anti COVID-19 per i pazienti oncologici rientranti nei criteri indicati dal Ministero della Salute.

Nello specifico:

  • tutti i pazienti con patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;
  • tutti i pazienti che hanno subito un trapianto di cellule staminali emopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica).

Gli specialisti dello IOV provvederanno a programmare la vaccinazione dei pazienti che sono in trattamento oncologico presso l’Istituto, individuando la data di vaccinazione più opportuna per eseguire la somministrazione rispetto all’iter terapeutico in corso.

I pazienti che hanno concluso da meno di 6 mesi il trattamento con farmaci immunosoppressivi / mielosoppressivi possono contattare il proprio oncologo di riferimento per la vaccinazione addizionale.

Le sedute sono programmate il martedì e il venerdì presso le sedi dello IOV di Padova e Castelfranco Veneto.

CLASSI DI PAZIENTI VACCINATI PRESSO LO IOV

Nel contesto della campagna di contrasto alla diffusione del COVID-19 attraverso la vaccinazione, lo IOV è attivo esclusivamente come punto di vaccinazione specialistico, rivolto cioè solo ai pazienti che l’Istituto ha in cura.

Per la popolazione dei pazienti con patologia oncologica, le priorità sono definite secondo indicazioni nazionali e regionali, supportate dalla Rete Oncologica Veneta.

Attualmente la vaccinazione dei pazienti con patologia oncologica è rivolta alle seguenti categorie:

  • pazienti che sono attualmente in trattamento (chemioterapia, radioterapia, immunoterapia o terapie a bersaglio molecolare);
  • pazienti per i quali l’inizio della terapia è stato già programmato;
  • pazienti che hanno terminato i cicli di terapia negli ultimi 6 mesi.

Gli specialisti dello IOV provvederanno a programmare la vaccinazione dei pazienti che sono in trattamento oncologico presso l’Istituto, individuando la data di vaccinazione più opportuna per eseguire la somministrazione rispetto all’iter terapeutico in corso.

Le sedute sono programmate il martedì e il venerdì presso le sedi dello IOV di Padova e Castelfranco Veneto.

PRENOTAZIONE

Per i pazienti seguiti dallo IOV che rientrano nelle categorie sopra descritte non è necessaria una prenotazione attiva, in quanto lo stesso Istituto provvederà alla programmazione della vaccinazione.

SEDI DI ESECUZIONE

Le sedute sono programmate durante la settimana presso le sedi dello IOV di Padova e Castelfranco Veneto.

CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTI-COVID 19

I cittadini assistiti dal Servizio Sanitario della Regione Veneto possono accedere alla vaccinazione sull’intero territorio regionale, a prescindere dalle AULSS di riferimento.

CERTIFICAZIONI VERDI COVID-19

La certificazione Verde Covid-19 viene rilasciata dal Ministero della Salute. L’utente, dopo la vaccinazione, riceve un SMS con il codice per l’attivazione (AUTHCODE) necessario per scaricare il certificato. È possibile scaricare il certificato entrando nel sito https://www.dgc.gov.it/web/ o attraverso l’App IMMUNI o utilizzando l’App IO.

Il periodo di validità del green pass è:

  • senza limiti di tempo per coloro che si sono sottoposti alla somministrazione della dose booster (3 dosi di vaccino) e per coloro che sono guariti dopo una infezione contratta a seguito di completamento del ciclo vaccinale primario.
  • 6 mesi per coloro che hanno completato il ciclo vaccinale primario.
  • 6 mesi per coloro che sono guariti da infezione covid-19.

I cittadini che non hanno ricevuto via SMS il codice per scaricare il certificato possono richiederlo al numero telefonico nazionale 1500 seguendo le istruzioni fornite. Al fine di assistere i cittadini il Ministero della Salute ha attivato un call center che risponde al numero verde 800 91 24 91 (attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20) e un indirizzo e-mail dedicato cittadini@dgc.gov.it. Ulteriori approfondimenti sono disponibili al link https://www.dgc.gov.it/web/.

In caso di mancata ricezione dell’AUTHCODE, se il cittadino non possiede l’identità digitale (SPID, CIE) è disponibile una funzione per il recupero autonomo del codice dal sito www.dgc.gov.it, inserendo Codice Fiscale, ultime 8 cifre della Tessera Sanitaria e la data dell’evento.

Nel caso in cui la persona abbia il codice fiscale ma non sia iscritta al SSN (priva di tessera sanitaria) è disponibile sul sito www.dgc.gov.it una funzione per il recupero del Green Pass solo con codice fiscale e data evento (data ultima vaccinazione).
Per i cittadini con tessera sanitaria scaduta il Green Pass può essere scaricato dalla piattaforma del Ministero della Salute www.dgc.gov.it/spa/public/home scegliendo l’opzione 1; diversamente può essere utilizzata l’opzione 3 “Utente non iscritto al SSN vaccinato in Italia”.

Per i cittadini residenti/domiciliati nella Regione Veneto, nel Fascicolo Sanitario Elettronico regionale (FSEr) è già disponibile la visualizzazione e lo scarico del certificato vaccinale (per sé e per le eventuali persone di cui gestiscono il FSEr) tramite il portale Sanità km zero – Fascicolo. A breve sarà disponibile nello stesso FSEr anche la Certificazione Verde Covid-19.

Per i cittadini che non possono ricevere o completare la vaccinazione anti-Covid 19 vi è la possibilità di ricevere la certificazione di esenzione temporanea alla vaccinazione. Tale certificazione potrà essere richiesta al Medico di Medicina Generale o ai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ULSS e avrà validità massima fino al 28 febbraio 2022 (fatte salve ulteriori disposizioni nazionali).
Per i soggetti già in possesso di una certificazione di esenzione non sarà necessario un nuovo rilascio.

Last modified: 07/04/2022 13:19

Torna su