stemmacolore

RISCOPRIRE LA BELLEZZA DELL’ASCOLTO E DELL’ESSERE PRESENTI. IL BILANCIO DI FINE ANNO DELLE VOLONTARIE AIMAC

RISCOPRIRE LA BELLEZZA DELL’ASCOLTO E DELL’ESSERE PRESENTI. IL BILANCIO DI FINE ANNO DELLE VOLONTARIE AIMAC
Istituzionali

La conclusione del 2021 ha offerto alle volontarie di AIMaC – Associazione Italiana Malati di Cancro che prestano servizio all’interno del nostro Istituto un’importante occasione di riflessione e di condivisione.

«In questo anno di Servizio Civile Universale per l’associazione AIMaC all’interno dell’Istituto Oncologico Veneto di Padova, trascorso indossando il “camice” del volontario, abbiamo riscoperto la bellezza dell’ascolto e dell’essere presenti – commentano le volontarie Valentina, Martina e Martina – Essere volontari ci ha permesso di immergerci in un’importante realtà per il contesto sanitario, di cui durante l’emergenza sanitaria si è sentito molto parlare. Abbiamo toccato con mano le paure e le ansie dei pazienti e dei loro familiari che si sono trovati a combattere non solo contro la malattia ma anche contro un altro nemico: il Covid-19. Abbiamo avuto l’occasione di trasformare questo tempo di “attesa” in tempo di “cura” da poter dedicare alle persone che soffrono. Ci siamo impegnate ad accogliere il dolore del malato oncologico e del suo caregiver, sentendo la loro necessità di condividerlo con qualcuno. Grazie alla continua supervisione e collaborazione con le OLP (operatori locali di progetto) abbiamo osservato e appreso la capacità di rispondere alle richieste del malato senza pretese o soluzioni ma attraverso un ascolto silenzioso e allo stesso tempo partecipante. Abbiamo avuto il privilegio di guardare il percorso di cura attraverso gli occhi dei pazienti che, come fari, ci indicavano la strada da percorrere e la direzione da seguire, migliorando e/o elogiando servizi e dinamiche presenti in Istituto. Quest’anno di volontariato ci ha messo davanti ad una nuova sfida, un nuovo tempo, un nuovo orizzonte».

Facebook
Twitter
LinkedIn

Categorie

Torna su